la mia preghiera e proposito per il nuovo anno.

  “Desidero trasformarmi nella Tua misericordia ed essere il riflesso vivo di Te, o Signore. Che il più grande attributo di Dio, cioè la Sua incommensurabile misericordia, giunga al mio prossimo attraverso il mio cuore e la mia anima. Aiutami, o Signore, a far sì che i miei occhi siano misericordiosi, in modo che io non nutra mai sospetti e … Continua a leggere

Rallegratevi sempre nel Signore

«Rallegratevi sempre nel Signore: ve lo ripeto, rallegratevi, il Signore è vicino.» (Fil 4,4.5) “Diamo immediatamente tutta la sua importanza alla venuta di Cristo nel mondo. Si tratta di un fatto trascendentale che diventa la chiave normativa e interpretativa di tutto il mondo religioso che ne è derivato. La vocazione cristiana è una vocazione a una gioia essenziale per chi l’accoglie. Il … Continua a leggere

La sua stirpe ti schiaccerà la testa

«Io porrò inimicizia fra te e la donna, fra la tua stirpe e la sua stirpe: questa ti schiaccerà la testa e tu le insidierai il calcagno» (Gen 3,9-15.20) «Benedetto Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo, … In lui ci ha scelti prima della creazione del mondo per essere santi e immacolati di fronte a lui nella carità, predestinandoci … Continua a leggere

Supplichiamo l’Immacolata affinché prepari il nostro cuore ad accogliere il suo divin Figlio Gesù

In preparazione della Solennità dell’Immacolata Concezione, quest’anno scelgo di proporvi alcuni cenni della spiritualità di S. Massimiliano M. Kolbe (8/1/1894 – 14/8/1941). Questo frate Conventuale, infatti, dà vita nel 1917 all’associazione “Milizia dell’Immacolata” che ha come scopo l’espansione del regno di Dio attraverso la consacrazione all’Immacolata. Il “milite” dell’Immacolata si consacra alla Madre di Dio supplicandola di accettarlo come “cosa … Continua a leggere

“Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri!” (Lc 3,4)

“Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri!” (Lc 3,4) In questo tempo d’Avvento, ecco una nuova “parola”, che siamo invitati a vivere. L’evangelista Luca la riprende da Isaia, il profeta della consolazione. Per i primi cristiani, essa va riferita a Giovanni il Battista, che ha preceduto Gesù. E la Chiesa, in questo tempo che precede il Natale, presentando … Continua a leggere