Non Halloween, ma Tutti i Santi!

«Ognuno dovrebbe avere qualche Santo che gli sia familiare, per sentirlo vicino con la preghiera e l’intercessione, ma anche per imitarlo. Vorrei invitarvi, quindi, a conoscere maggiormente i Santi, a iniziare da quello di cui portate il nome, leggendone la vita, gli scritti. Siate certi che diventeranno buone guide per amare ancora di più il Signore e validi aiuti per … Continua a leggere

«Rabbunì, che io veda di nuovo!»

« … Chiamarono il cieco, dicendogli: “Coraggio! Àlzati, ti chiama!”. Egli, gettato via il suo mantello, balzò in piedi e venne da Gesù. Allora Gesù gli disse: “Che cosa vuoi che io faccia per te?”. E il cieco gli rispose: «Rabbunì, che io veda di nuovo!». E Gesù gli disse: “Va’, la tua fede ti ha salvato”» (Mc 10,46-52) In questo … Continua a leggere

Il Figlio dell’uomo infatti non è venuto per farsi servire

«Quando offrirà se stesso in sacrificio di riparazione,vedrà una discendenza, vivrà a lungo,si compirà per mezzo suo la volontà del Signore.» (Is 53,10-11) « … non abbiamo un sommo sacerdote che non sappia prendere parte alle nostre debolezze: egli stesso è stato messo alla prova in ogni cosa come noi, escluso il peccato. Accostiamoci dunque con piena fiducia al trono … Continua a leggere

Implorai e venne in me lo spirito di Sapienza

«Pregai e mi fu elargita la prudenza, implorai e venne in me lo spirito di sapienza. La preferii a scettri e a troni, stimai un nulla la ricchezza al suo confronto» (Sap 7,7-11) «Non vi è creatura che possa nascondersi davanti a Dio, ma tutto è nudo e scoperto agli occhi di colui al quale noi dobbiamo rendere conto.» (Eb … Continua a leggere

«Sulla tua parola getterò le reti» (Lc 5,5)

Gesù, quando finì di insegnare, seduto sulla barca di Simone, disse a lui e ai suoi compagni di gettare le reti in mare; e Simone, pur affermando che tutta la notte avevano faticato invano, soggiunse: «Sulla tua parola getterò le reti». E, gettatele, furono talmente ripiene di pesci che si rompevano. Vennero allora dei compagni ad aiutarlo e riempirono essi … Continua a leggere

I due diventeranno una carne sola

«“Mosè ha permesso di scrivere un atto di ripudio e di ripudiarla”. Gesù disse loro: “Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma. Ma dall’inizio della creazione [Dio] li fece maschio e femmina; per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola. Così … Continua a leggere

Ottavario di S. Francesco. VIII Giorno: IL RAPPORTO D’AMORE CON DIO: LE LODI DI DIO ALTISSIMO

«Ti benedico, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli.» (Mt 11,25-30) In questo terzo giorno dedicato al triduo di S. Francesco, mediteremo sul rapporto d’amore di Francesco con Dio e lo faremo a partire dalla preghiera “Lodi di Dio altissimo” scritta da … Continua a leggere

Ottavario S. Francesco. VII Giorno: LE SPINE LUNGO IL CAMMINO E LA CONVERSIONE.

«In verità io vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli.» (Mt 18,1-5.10) Abbiamo parlato ieri della ricerca di grandezza di Francesco. Oggi stimolato anche dal Vangelo che ci ammonisce sulla necessità della conversione, intendo affrontare il periodo del cambiamento di Francesco. Ieri abbiamo lasciato Francesco dopo il sogno di … Continua a leggere

Ottavario di S. Francesco. VI giorno: La giovinezza di Francesco e i sogni di grandezza

  «In quel tempo, nacque una discussione tra i discepoli, chi di loro fosse più grande. Allora Gesù, conoscendo il pensiero del loro cuore, prese un bambino, se lo mise vicino e disse loro: “… Chi infatti è il più piccolo fra tutti voi, questi è grande”» (Lc 9,46-50) Siamo giunti oramai in prossimità della festa del nostro serafico Padre e, … Continua a leggere