Io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori

«Gesù, vide un uomo, chiamato Matteo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi». Ed egli si alzò e lo seguì. … Andate a imparare che cosa vuol dire: “Misericordia io voglio e non sacrifici”. Io non sono venuto infatti a chiamare i giusti, ma i peccatori». (Mt 9,9-13) Trovo il Vangelo di questa festa particolarmente consolante: il Signore … Continua a leggere

La sua stirpe ti schiaccerà la testa

«Io porrò inimicizia fra te e la donna, fra la tua stirpe e la sua stirpe: questa ti schiaccerà la testa e tu le insidierai il calcagno» (Gen 3,9-15.20) «Benedetto Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo, … In lui ci ha scelti prima della creazione del mondo per essere santi e immacolati di fronte a lui nella carità, predestinandoci … Continua a leggere

Morti al Peccato per vivere di Cristo

«…  se siamo morti con Cristo, crediamo che anche vivremo con lui, sapendo che Cristo risuscitato dai morti non muore più; la morte non ha più potere su di lui. Per quanto riguarda la sua morte, egli morì al peccato una volta per tutte; ora invece per il fatto che egli vive, vive per Dio. Così anche voi consideratevi morti … Continua a leggere

Tempo di Quaresima

«Ritornate a me con tutto il cuore… laceratevi il cuore e non le vesti» (Gl 2,12) Sono queste le prime parole con cui veniamo introdotti dalla liturgia nel tempo di Quaresima. “Ritornate”, in ebraico Shub, è il verbo della conversione: veniamo invitati a cambiare strada, a tornare sui nostri passi, ad abbandonare le vie del peccato per tornare sulle strade … Continua a leggere